Coronavirus: Il vero danno è economico

02 Marzo 2020 / By Massimiliano Sorvino
CORONAVIRUS i dati sull'impatto nell'economia

Salve amici, vi scrivo a ridosso di giorni molto particolari per il nostro Paese. Siamo in piena situazione di emergenza nazionale per il diffondersi del Coronavirus. In questi giorni soprattutto le regioni del nord Italia sono colpite dall’epidemia. Un fenomeno mai visto prima che sta mettendo in ginocchio il nostro Paese. Le misure adottate dal governo hanno previsto il fermo della maggior parte delle attività. Le strade si sono svuotate e i supermercati sono stati presi d’assalto dalle persone in panico per assicurarsi i beni di prima necessità. Sono stati sospesi tutti gli eventi pubblici e, soprattutto nelle zone rosse, le attività commerciali hanno registrato un calo repentino affluenza.

Io da imprenditore, titolare di diversi punti vendita in Italia e di un sito ecommerce, ho notato questo calo di affluenza visibile a vista d’occhio in tutti gli store. Sul sito web abbiamo avuto da subito delle restrizioni dal corriere espresso per le consegne nelle zone rosse.

Anche se a quanto pare il coronavirus non sia cosi dannoso per l’essere umano, il nostro Paese si è improvvisamente immobilizzato e con esso la nostra economia. Non è solo un problema di persone che restano chiuse in casa e quindi le attività restano vuote. Perché la situazione credo che a breve dovrebbe normalizzarsi per rientrato allarme.

I veri danni li vedremo tra qualche mese

I veri danni economici non saranno visibili nel breve termine ma vedranno gli effetti dannosi concretizzarsi tra qualche mese. Infatti il nostro sistema economico europeo e internazionale è basato sulla globalizzazione e sul libero scambio di merci e persone. Restringere o addirittura bloccare improvvisamente questi flussi creerà un mancato giro di forniture che tra qualche mese risulterà essere molto limitante per molte attività.

Questo imprevisto potrà avere delle ripercussioni sullo sviluppo economico, ma ben vengano tutte le misure necessarie a proteggere la salute delle persone. Mi auguro solo che il governo abbia il metro della situazione e sappia adottare le giuste misure nei tempi necessari cercando di evitare il più possibile il diffondersi del panico generalizzato.

Per fortuna sembra che il virus abbia un tasso di mortalità abbastanza basso e che ci siano molti casi di guarigione. Speriamo quindi che la nostra economia non paghi un prezzo molto più alto del reale problema.

Massimiliano Sorvino

About The Author

Massimiliano Sorvino

Massimiliano Sorvino, classe 1974, è la mente e la mano di Sartoria Italiana, il cuore pulsante di un progetto che promuove una produzione sartoriale dal forte sapore di vita. La passione di famiglia ha saputo evolversi con lui in nuovi dettagli di stile che guardano al domani con creatività ma traggono ispirazione dall’antica sartorialità napoletana. Disegna, taglia e cuce tessuti unici made in Italy e rende ogni capo un’opera intima e personale, espressione di altissima artigianalità.